Castello Pozzi

All’alba del Novecento, in temperie di eclettismo, la borghesia specchia ancora le proprie ambizioni nella tipologia del «castello», benché addomesticata dall’urbanistica moderna. Castello Pozzi, voluto dall’imprenditore milanese della moda Claudio Tridenti Pozzi, antesignano del luxury brand e del flagship store, che già vedeva nella sua città la futura “capitale della moda”, sorge nella seconda metà degli anni Venti su progetto di Livio Cossutti, architetto impegnato nell’edificazione della manica occidentale della Galleria del Corso, simbolo capitale di Milano.

Collezione privata Castello Pozzi

Castello Pozzi ospita una prestigiosa collezione privata di opere d’arte, riconosciuta come un punto di riferimento insostituibile nell’ambito dell’arte e della cultura per la vibrante città di Milano. Questo luogo è la dimora della più grande raccolta europea delle opere di Mimmo Rotella, insieme a straordinarie creazioni di artisti quali Elio Fiorucci, Ottavio Missoni, Aligi Sassu, Pietro Consagra, John Baldessari, Giuliano Grittini, Giampaolo Talani ed Emmanuel Chapalain.